È Padel mania! Ecco perché lasciarsi trasportare.

  • Blog

Nell’ultimo anno avrete sicuramente sentito parlare del Padel, una disciplina sportiva figlia del tennis che sta letteralmente conquistando tutta la nostra penisola. Nel caso ancora non sappiate di cosa si tratta, ci pensiamo noi ad aggiornarvi su cosa sia e sulla portata della sua diffusione. Una diffusione che ci permette di parlare di una vera e propria padel mania.

Qualche cenno storico. Il padel viene al mondo nel 1969 ad Acapulco, e come ogni grande invenzione, nasce da una necessità: infatti il suo inventore, Enrique Corcuera, voleva costruire un campo da tennis nella sua villa, ma a causa della presenza di un muro nell’area scelta decide di creare un campo più piccolo, circondato da pareti da utilizzare persino durante il gioco. Il Padel era nato! Nell’America centrale e meridionale il boom avviene già verso la fine degli anni ’70, quando diventa addirittura secondo sport nazionale in Argentina. In Italia il primo campo di padel viene realizzato nel 1991 in provincia di Vicenza, grazie all’intuizione dell’italo-argentino Edoardo Caoduro, mentre già alcuni mesi prima Daniel Patti, ingegnere argentino, aveva fondato la Federazione Italiana Gioco Padel. Fino al 2015 il padel rimane sport di nicchia, ma poi qualcosa cambia e avviene l’esplosione.

Negli ultimi 4 anni, in Italia, i campi dedicati sono passati da 50 a 1600 (+3000%). Probabilmente nel momento in cui scriviamo questo dato è già cambiato, in quanto nuovi circoli nascono quasi tutti i giorni nel nostro paese.

Anche numerosi professionisti proveniente da altri sport ne sono rimasti “vittime”, a partire da molti ex calciatori come Francesco Totti, Andrea Pirlo, Carles Puyol ed Esteban Cambiasso. C’è chi, come Zlatan Ibrahimovic, ha addirittura deciso di aprire il proprio centro di padel, con alcuni campi indoor.

Ma perché il padel diverte così tanto e riesce a contare sempre più appassionati? Probabilmente una delle chiavi del successo dello sport è la mancanza di momenti morti, una tensione continua che porta il giocatore ad essere completamente assorbito dal gioco. Infatti il campo di piccole dimensioni, la possibilità di utilizzare le pareti laterali e di fondo per fare “battimuro”, nonché il fatto che si giochi di coppia, il quale lo rende quasi uno sport di squadra, fanno sì che il ritmo sia sempre alto, garantendo un divertimento continuo per i 90 minuti di gioco. Il paragone è scontato, ma piuttosto azzeccato: come il calcetto elimina i momenti più lenti del calcio, dove la tattica sostituisce il gioco, il Padel rende il tennis più veloce, con maggiori soluzioni alternative, grazie all’utilizzo delle pareti, e maggiore possibilità di smash e volée. Il costo basso per l’affitto dei campi lo rende poi accessibilissimo.

Se ancora non vi siete avvicinati a questo sport, non possiamo far altro che incoraggiarvi a farlo: è facile, estremamente divertente e presenta caratteristiche positive per la nostra salute. Per chi invece già ha scoperto la bellezza di questo gioco, vi invitiamo a venire a visitare il nostro shop online, dove troverete le racchette appena arrivate nel nostro negozio al link https://www.didisport.it/negozio-online/

Chiudi il menu

DIDI Sport è aperto in zona rossa
con i seguenti orari:

Scarica l'autocertificazione precompilata

I nostri servizi di analisi e aiuto nella scelta della calzatura sono attivi,
senza bisogno di prenotazione.

Ti aspettiamo in negozio e sul nostro sito!